La rotta del Leopardo

La rotta del Leopardo
Autore: Jonathan Lunn
Titolo: La rotta del Leopardo
Tit. orig.: Killigrew R.N.
Traduzione: Gian Paolo Gasperi
Editore: Sonzogno Editore
Anno di pubblicazione: 2001

Kit Killigrew fa il marinaio da quando ha dodici anni. Figlio di un capitano della Royal Navy, ha il mare nel sangue – per metà greco e per metà inglese – e, con all’attivo le campagne di Cina e di Siria, ha ricevuto l’educazione migliore che un giovane possa desiderare. Nominato tenente e assegnato alla Tisiphone, si distingue per audacia ed eroismo, mettendo più volte a repentaglio la propria vita.

La Tisiphone è una delle navi che la regina Vittoria ha schierato in prima linea per liberare i mari dai negrieri che – quarant’anni dopo l’abolizione della schiavitù – continuano a trarre profitto dal raccapricciante commercio di carne umana tra Africa e America.

Il contrammiraglio sir Charles Napier vede in Killigrew un uomo abbastanza deciso da sconfiggere i mercanti al loro stesso gioco e decide di trasformarlo in un agente segreto al servizio di Sua Maestà. Insieme, mettono a punto un piano per infiltrare Kit fra i negrieri e scoprire dove si trova il più grande mercato di schiavi dell’Africa occidentale – di proprietà di un megalomane di nome Francisco Salazar – e smascherare l’importante uomo politico inglese che Napier è convinto sia tra i principali finanziatori di quel crudele traffico…

Per svolgere la sua missione, il giovane tenente dovrà apparire a tutti come un rinnegato: accusato di omicidio colposo, viene espulso con infamia dalla Royal Navy e messo al bando dalla buona società vittoriana. Ormai disonorato, Killigrew sembra disposto a tutto, persino a diventare un negriero. Riesce così a imbarcarsi sul Leopardo, un brigantino in rotta verso l’Africa. Ma, una volta a destinazione, la missione si rivela una trappola senza uscita, e una lunga serie di peripezie e di sorprese attende Killigrew, prima della battaglia decisiva contro gli schiavisti e della resa dei conti finale sul Tamigi, non solo con i suoi nemici ma anche con la fidanzata. Dai sontuosi saloni di Mayfair alle giungle della Nuova Guinea, La rotta del Leopardo è uno straordinario romanzo di avventure e di intrighi. Una perfetta ricostruzione d’epoca, che porta alla luce pagine di storia inedite e affascinanti. Un nuovo personaggio che si colloca con tutti gli onori in una nobile tradizione letteraria che va dal capitano Hornblower di Cecil S. Forester al comandante Bond di Ian Fleming.

I commenti sono chiusi