La rotta del Drago

La rotta del Drago
Autore: Jonathan Lunn
Titolo: La rotta del Drago
Tit. orig.: Killigrew and the Golden Dragon
Traduzione: Gian Paolo Gasperi
Editore: Sonzogno Editore
Anno di pubblicazione: 2001

Dopo la Prima Guerra anglocinese, col trattato di Nanjing del 1842, l’Impero Britannico ha acquisito il controllo del territorio di Hong Kong, divenuto il principale centro del mercato del tè e dell’oppio in Oriente e dove intere fortune possono essere costruite o venire perdute nel corso di ua notte. Tutto, nella colonia, dipende dall’oppio, sostanza proibita in Cina ma preziosa merce di scambio per gli inglesi. I mercanti del posto, come il britannico Bannatyne e l’indiano Framjee, hanno assunto una posizione di rilievo nella società e nel governo dell’isola. Tuttavia il delicato equilibrio è turbato dalle oscure trame delle Triadi, potenti società segrete nate come movimento politico ma ora dedite al delitto e all’estorsione.

Se la terraferma è un covo di insidie, ancora più rischiosi sono i mari, infestati dai pilong, pirati che assaltano i velieri in rotta verso la colonia. Per questo, nel 1849, la regina Vittoria invia la Tisiphone, una delle migliori navi della sua flotta, a pattugliare le acque al largo di Hong Kong. A bordo si trova il tenente Christopher “Kit” Killigrew, reduce dalle campagne di Cina e di Siria e dalla lotta ai mercanti di schiavi in Africa.

Killigrew non deve attendere a lungo per entrare in azione: la Tisiphone si lancia all’inseguimento di una giunca di pilong che ha saccheggiato un carico d’oppio e sequestrato Peri, figlia del ricco Framjee. Facendo sfoggio di audacia, il giovane tenente porta in salvo la ragazza e cattura Zhai, il capo dei pirati. Killigrew è l’eroe del momento e viene accolto con tutti gli onori dalla società di Hong Kong, tanto da essere invitato a un ricevimento cui partecipano le maggiori autorità. Il giovane corteggia la bella Peri, pur rendendosi conto che può essere sconveniente, per un tenente della Royal Navy, fidanzarsi con la figlia di un mercante d’oppio. Ma la situazione si ribalta completamente quando Zhai, fuggito di prigione, mette in atto una spietata vendetta contro l’uomo che lo ha consegnato alla giustizia. Vittima di un intrigo, caduto in disgrazia presso la Royal Navy e ormai schiavo della droga, il giovane tenente può contare solo su due amici fedeli, il medico di bordo Strachan e il marinaio Moulineaux, che rimangono al suo fianco anche nei momenti più oscuri.

E quando finalmente Killigrew riprende la situazione in pugno, sa di avere di fronte una difficile missione: sconfiggere le Triadi e i pilong e sventare un complotto per assassinare l’ambasciatore britannico, attentato che farebbe sicuramente scoppiare un nuovo conflitto fra Inghilterra e Cina.

La rotta del Drago è un romanzo nella migliore tradizione delle avventure di mare, con un eroe d’altri tempi visto attraverso gli occhi di un narratore contemporaneo, autentico erede di Cecil S. Forester e Patrick O’Brian.

I commenti sono chiusi